Garanzia Giovani NoNeet sfida la disoccupazione

News

Occupazione-giovanile

Garanzia Giovani NoNeet sfida la disoccupazione

Sul tavolo della discussione di questi giorni il dato Eurostat sulla disoccupazione giovanile.

Nella lista stilata da Bruxelles, la Puglia è tra le 10 regioni d’Europa con una disoccupazione giovanile al 58,1%. Un dato che rispecchia un momento no per l’occupazione.

Sono dati Eurostat per il 2014, da cui emerge anche che l’Italia, con Spagna e Grecia, è tra i paesi con regioni dove il tasso disoccupazione generale supera il 20,2%,cioè il doppio della media Ue.

In Italia sono 4 (Campania 21,7%, Puglia 21,5%, Calabria 23,4%, Sicilia 22,2%), 13 in Spagna e 12 in Grecia.

Ma le misure da parte del Governo per arginare questo dato sono state attuate: una tra queste è il Piano Garanzia Giovani. Ha preso avvio il 1° maggio 2014, in tutta Italia. Oltre 1,5 Miliardi di Euro per garantire a tutti i giovani tra i 15 ed i 29 anni, disoccupati o Neet (né occupati, né studenti, né coinvolti in attività di formazione) un’offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato, tirocinio, altra misura di formazione o inserimento nel servizio civile.

L’ostacolo è molto grande, dati gli obiettivi preposti: creare contatto con le imprese, suddividere  i compiti tra pubblico e privato, informare e accompagnare a partire dalle scuole e dalle università.

Un banco di prova per l’intera riforma del lavoro che però, nel suo primo anno sta evidenziando qualche spunto importante. Infatti siamo di fronte a un cambiamento di approccio culturale al lavoro che guarda al futuro.

In 10 mesi ‘Garanzia Giovani‘ ha portato l’iscrizione di oltre 500.000 giovani al programma: un’operazione straordinaria per riportare ottimismo e concretizzare le politiche attive al lavoro.

Programmi, iniziative, servizi informativi, percorsi personalizzati, incentivi: sono queste le misure previste a livello nazionale e regionale per offrire opportunità di orientamento, formazione e inserimento al lavoro, in un’ottica di collaborazione tra tutti gli attori pubblici e privati coinvolti.

In Puglia abbiamo creato l’ATS NoNeet in cui Dante Alighieri è capofila, insieme ad altri enti di formazione e molti partner dislocati su tutto il territorio regionale nella promozione dei servizi previsti dal piano.

Il piano, oltre ad essere un’importante occasione per i ragazzi, offre alle imprese dei benefit che permettono di investire su giovani motivati per rinnovare ed incrementare le risorse.

L’impresa è ardua, ma stiamo lavorando per realizzare questa svolta epocale…e rispettare il nostro motto rivolto soprattutto ai giovani…. Alto Tasso di Soddisfazione!!!


Back to top